Il sale della vita

Non ci crederete, ma il mio mondo enogastronomico, la mia filosofia culinaria, la mia mente cuciniera si sono spalancati ed improvvisamente mi è sembrato di capire tutto quando Audacir, il mio amico brasiliano, con la naturalezza propria di ogni gesto quotidiano ha condito la macedonia di ananas con sale e pepe.
Il mio cerchio, poi, si è chiuso, anni dopo, quando Paolo, mio marito, il primo giorno “da sposini” mi ha preparato la sua insalata di… frutta.
Non per niente si dice “il sale della vita” per indicare qualcosa anche di non troppo importante ma che renda la vita degna di essere vissuta. Non per niente il sale per molto tempo è stato una moneta di scambio, la parola “salario”, la paga degli operai, ad esempio, deriva da quella dei soldati romani che appunto venivano retribuiti con una certa quantità di sale…
Il sale, dunque, sta bene anche nei dolci. In piccole o piccolissime quantità toglie spesso anche un certo senso di stucchevolezza… provate con l’ananas!
PS. Questo vale anche nella vita, come antidoto alle romanticherie e alle sdolcinatezze più estreme =D

Condivisioni




Insalata di Paolo

Insalata di Paolo

Print Recipe

Questa è una macedonia condita come un’insalata. Può essere fatta con ogni tipo di frutta.
Preparazione banale + idea insolita = salezzucchero forever

Insalata di Paolo

Insalata di Paolo

Print Recipe

Questa è una macedonia condita come un’insalata. Può essere fatta con ogni tipo di frutta.
Preparazione banale + idea insolita = salezzucchero forever

Ingredienti

Porzioni:

Istruzioni
  1. Sbuccio e taglio a piccoli pezzi la frutta.

  2. La metto in una ciotola di ceramica, la condisco con zucchero, sale, olio e limone.

  3. Mescolo.

Note

Può essere servita come antipasto, magari con l’aggiunta di qualche oliva nera, oppure alla fine del pasto o come merenda.

Lascia un commento