mandorle

Dentro o fuori?

Biscottini al parmigiano
Ho notato ultimamente che, in maniera trasversale, dal pluristellato al più sconosciuto chef, c’è una certa tendenza a snobbare il parmigiano. Io sono figlia di una parmense… potete capire… di parmigiano sono vissuta e lo amo, lo voglio, non posso fare senza. Scherzi a parte e affrontando il discorso un po’ più seriamente, è ovvio che il parmigiano non può essere sempre e ovunque, ma mi è capitato di ordinare trippa alla fiorentina, chiedere .

Adovo, adovo, adovo… mischiare il salato con il dolce

Prugne sul guanciale
Non vi è mai capitato di avere una voglia tremenda, dopo aver mangiato una mousse al cioccolato, di azzannare un cracker spalmato di gorgonzola? Dopo una sfoglia alla mela presa al bar, trattenersi dall’ordinare un tramezzino al tonno. Inzuppare nel caffellatte un pezzo di schiacciata con la mortadella. Per chi non ama il contrasto queste sono cose abominevoli, penso che un nutrizionista potrebbe classificare tali atteggiamenti al limite dei disturbi alimentari… A ben vedere, .

Coccole brasiliane

Coccole brasiliane
Meraviglioso Brasile di cocco e di caffè, di magia e leggerezza, di sorrisi e di fame, di bambini scalzi e felici, di samba e di colori. Il paese della bellezza generosa, dell’inno cantato a squarciagola, dell’allegria, della spensieratezza e della saudade. In Brasile i detenuti possono ridurre la loro pena di alcuni giorni per ogni libro letto… non è fantastico? Io mi sto rileggendo “Dona Flor e i suoi due mariti” di Jorge Amado. .