Tortelli tutto pomodoro

Dico subito che sono stata ispirata dal contest pomodoro e pasta 2.0 organizzato dalle meravigliose sorelle Ciarlo di Mediterranea Belfiore di cui ricordo con piacere la splendida ospitalità lo scorso anno e la vulcanica, inesauribile e carinissima Cristina Galliti.

Si fa presto a dire salsa di pomodoro, ma a seconda della base in cui rapprende la succulenta passata rossa, il sapore vira radicalmente. Si va dalla classicissima e super mediterranea base “olio e aglio” alla più dolce e nordica “burro e cipolla”.

L’olio extra vergine di oliva è l’eccellenza dei prodotti italici ed è irrinunciabile ma io in alcune preparazioni non disdegno il burro purché di altissima qualità e bio.

Per esaltare al meglio il pomodoro ho pensato di preparare questi tortelli tutto pomodoro.

Condivisioni




Tortelli tutto pomodoro

Tortelli tutto pomodoro

Print Recipe

Ho preparato la pasta con semola rimacinata di grano duro, passata di pomodoro e lecitina di soia per renderla elastica (è un modo per preparare pasta ripiena senza uova e quindi vegan). Il ripieno è costituito da salsa di pomodoro e patate lesse. Il condimento da filetti di pomodoro “confit”.

Tortelli tutto pomodoro

Tortelli tutto pomodoro

Print Recipe

Ho preparato la pasta con semola rimacinata di grano duro, passata di pomodoro e lecitina di soia per renderla elastica (è un modo per preparare pasta ripiena senza uova e quindi vegan). Il ripieno è costituito da salsa di pomodoro e patate lesse. Il condimento da filetti di pomodoro “confit”.

Ingredienti
Per il condimento

Per il ripieno

Per la pasta


Porzioni:

Istruzioni
  1. Il giorno prima preparo la pasta in questo modo: lascio ammorbidire in una ciotolina la lecitina di soia in granuli con due cucchiai di acqua tiepida per un’oretta. Frullo oppure pesto nel mortaio il composto fino ad ottenere un’emulsione. Aggiungo l’emulsione di lecitina alla farina posta a fontana su una spianatoia, aggiungo un po’ per volta la passata di pomodoro, il pizzico di sale e impasto formando una palla che farò riposare una notte affinché la lecitina agisca e doni alla pasta la dovuta elasticità per essere lavorata e stesa.

  2. Preparo l’impasto in questo modo: lesso le patate coprendole di acqua fredda in una casseruola. Lascio cuocere finché non sono molto morbide. Nel frattempo in un pentolino preparo la salsa: faccio stufare nel burro lo scalogno tagliato a velo, aggiungo la passata di pomodoro ed il sale. Lascio ritirare sul fuoco cinque/sette minuti. Una volta cotte le patate le passo con lo schiacciapatate nella salsa e mescolo. Aggiusto di sale e lascio intiepidire.

  3. Preparo il condimento in questo modo: taglio a filettini i pomodori e li pongo distesi in una placca da forno. Li condisco con olio d’oliva sale e origano. Li faccio asciugare per una mezzoretta a bassa temperatura.

  4. A questo punto, mentre cuoce il condimento stendo la pasta in lunghe strisce, pongo su una striscia a distanza regolare dei mucchietti di ripieno aiutandomi con due cucchiaini, sovrappongo una seconda striscia di pasta e ritaglio i tortelli, sigillando i quattro lati con i rebbi di una forchetta.

  5. Lesso i tortelli per un minuto o due (per evitare che si attacchino l’un l’altro nell’acqua di cottura, aggiungo un cucchiaio d’olio), li scolo e condisco con i filetti di pomodoro e l’olio di cottura.

Note

VIVA IL POMODORO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

banner2015Con questa ricetta partecipo al contest POMODORO E PASTA 2.0

Lascia un commento